«

»

Ago 03

Musica dal bosone di Higgs

Una curiosa vulgata dei risultati dell’esperimento ATLAS, basata sui dati relativi alla scoperta del bosone di Higgs, utilizza la musica.

Il grafico qui sotto mostra l’andamento del numero di eventi in funzione della massa tratti dall’esperimento ATLAS e, come dicevamo, esiste un massimo intorno alla massa di 126 GeV.

Sostituendo la massa (asse x) con il tempo e il numero di eventi (asse y) con l’altezza delle note rispetto alla curva tratteggiata rossa (una curva polinomiale del 4° ordine) si ottiene un pentagramma che descrive il grafico sopra: in particolare si noti il massimo (la regione di massa in cui si situa la particella di Higgs) in corrispondenza alla metà della seconda battuta (in particolare il picco delle note FA – DO – MI sopra il rigo cerchiate in rosso – il famoso Do di petto del bosone 🙂 ):

Il risultato è gradevole all’orecchio e sono state eseguite alcune versioni su un piano e su altri strumenti digitalizzati, comprese le percussioni (marimba e maracas).

Il grafico è coperto da copyright del CERN. Il progetto di sonificazione è stato realizzato da Domenico Vicinanza (che detiene il copyright sullo spartito sopra) del gruppo di ricerca inglese DANTE (Delivery of Advanced Network Technology to Europe).

1 comment

  1. Silvia

    Ringrazio per la semplice ma efficace spiegazione, comprensibile anche a chi, come me, non è particolarmente preparato sul tema trattato ma trova l’argomento interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag ed attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>