Test OCSE PISA 2012: studenti italiani in crisi nella matematica?

Spread the love

In Italy, the likelihood of low performance in mathematics is higher for students who are socio- economically disadvantaged, girls, speak a different language at home from the language of assessment, had no pre-primary education (or only a year or less of it), had repeated a grade and are enrolled in a vocational programme”.

Il rapporto dell’OCSE sulla situazione dell’apprendimento della Matematica nella scuola superiore, in occasione dei test OCSE-PISA 2012 – da cui è tratto il brano precedente -, ha prodotto una riflessione del Consiglio Scientifico dell Unione Matematica Italiana, riportata nel sito Maddmaths! il 20/04/2016,

PISA (Programme for International Student Assessment) è un’indagine promossa dall’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) con l’obiettivo di misurare le competenze degli studenti in matematica, scienze, lettura e problem solving.

L’OCSE, come riportato nella citazione, osserva che le basse prestazioni sono più diffuse in Italia tra le ragazze, le classi svantaggiate, gli studenti che a casa parlano una lingua diversa, i ripetenti e coloro che sono senza una adeguata formazione primaria.

Tra le considerazioni emerse nella riflessione dell’UMI, oltre alla presa d’atto degli scarsi risultati, anche gli aspetti dello scollamento tra tipo di preparazione impartita agli studenti (più di tipo astratto e speculativo) e tipo di test (orientati alla soluzione di problemi reali) e il fatto che i risultati negativi sono però più utili a evidenziare un problema strutturale piuttosto di risultati positivi che (quasi paradossalmente) non sono necessariamente indicatori delle molteplici capacità necessarie per essere o diventare un buon matematico.

Da parte mia, credo di essere piuttosto tradizionalista, nel senso che per sapere usare bene la matematica nella soluzione dei problemi reali della vita, occorre sviluppare la capacità di astrazione, l’unica che consente di approcciare i problemi in modo creativo in contrapposizione all’applicazione meccanica e acritica di pattern conosciuti.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.