Marco Barbato

Free Lance Professional on Information Technology, looking forward for applications for the next future.

Most commented posts

  1. Come configurare Opencart in modalità multi-store — 11 comments
  2. Un balzo gigantesco per il bosone di Higgs — 5 comments
  3. Realizzare un web service con Mirth — 4 comments
  4. Volunia Power User — 3 comments
  5. Elettrotecnica ed Elettronica — 3 comments

Author's posts

Pillole Linux: riesumare una finestra “fantasma”

Oggi mi sono trovato davanti un problema sconosciuto: ho aperto una finestra (nella fattispecie, l’applet Java di MirthConnect) e ho poi normalmente commutato su un’altra finestra da quel momento non vedevo più la finestra Java nell’elenco dei task che vengono visualizzati con ALT-TAB: Se minimizzo la finestra di Mirthconnect non riesco più a recuperarla… Come …

Continue reading

Pillole protocols: WebDAV

Image: Jack Wallen

Il web come lo conosciamo oggi è un mezzo per lo più in sola lettura. È vero che con il Web 2.0 anche gli utenti contribuiscono ai contenuti web, ma ciò avviene in modo molto diverso e molto più sofisticato rispetto a quanto immaginato inizialmente da Tim Berners-Lee. Il suo browser WWW infatti agiva sui …

Continue reading

PHP 7 – what’s new – III

Dichiarazioni di tipo ritornato da una funzione Dal PHP7 è possibile specificare il tipo di ritorno di una funzione, cioè qual è il tipo della variabile ritornata da una funzione. I tipi disponibili sono i quattro riportati nell’articolo precedente (int, string, float, bool). Output: $ php 6.php integer: 6 A cosa ci serve dichiarare il …

Continue reading

PHP7 – what’s new – II

Classe TypeError Dalla versione 7 di PHP, come visto nell’articolo precedente, abbiamo a disposizione una nuova classe che permette di gestire gli errori di tipo; in un esempio come quello sopra possiamo gestire in autonomia l’errore: Output: Errore di tipo: Argument 3 passed to sumOfInts() must be of the type integer, float given, called in …

Continue reading

PHP7 – what’s new – I

Tipizzazione degli scalari Facciamo una piccola introduzione. PHP è un linguaggio debolmente tipizzato, il che lo rende inviso a molti coders. Esso consente di fare cose strane del tipo Ovvero l’operatore + (somma tra numeri interi/virgola mobile) è stato applicato ad una variabile $a che è string (che già è quanto meno esotico) e ad una …

Continue reading

PHP7 – what’s new

Oggi inizio a pubblicare delle pillole di PHP che riguardano le nuove caratteristiche introdotte nel PHP7. Seguono quelle enunciate nel sito php.net ma le commento e aggiungo qualche esempio. Comincio con  Passaggio di un numero indefinito di argomenti ad una funzione Questo argomento non rapresenta una novità introdotta in PHP 7 ma è in qualche modo propedeutico …

Continue reading

Pillole Linux: ancora grep

Eccoci ad un’altra puntata sul (potentissimo) programma grep GNU Regular Expression Parser – Analizzatore di Espressioni Regolari GNU (le altre puntate le trovate qui e qui). L’output atteso di grep durante una ricerca può presentarci qualche sorpresa nel caso interpreti il file come binario Se grep interpreta il file come binario e non come testo, anziché …

Continue reading

Pillole Oracle – come recuperare lo script di definizione di una vista di un altro utente

Ho bisogno di rivedere il codice SQL di una vista di un utente diverso da quello con cui sono collegato al dbms Oracle. Se ho privilegi di select sulla vista lo posso fare. L’oggetto ALL_VIEWS è una vista su tutte le viste visibili all’utente.

Pillole di Unicode

Unicode associa un numero univoco ad ogni carattere, indipententemente dalla piattaforma, indipententemente dal programma, indipententemente dalla lingua.   I caratteri prima di Unicode Fondamentalmente i computer gestiscono solo numeri. Essi memorizzano lettere ed altri caratteri assegnando un numero ad ognuno di essi. Prima che Unicode fosse inventato, esistevano centinaia di sistemi diversi, chiamati codifiche (encodings), …

Continue reading

Pillole di MySQL: comportamento dei campi timestamp

Nella dichiarazione di un campo di tipo timestamp viene per default abilitata la valorizzazione automatica all’istante corrente del campo quando inseriamo un nuovo record. Ad esempio, se in una tabella attivita abbiamo un campo data dichiarato come timestamp, quando inseriamo un nuovo record il campo verrà popolato anche senza la sua presenza esplicita nell’istruzione SQL. …

Continue reading